Sito in aggiornamento

Tutti d'accordo sul referendum per l'autonomia regionale. Anche se di partiti diversi, l'idea di far pronunciare i veneti sulla possibilità di avere dallo Stato più poteri e maggiori risorse, viene sposata in maniera bipartisan. E' quanto scaturito dall'incontro promosso l'altra sera al Novotel di via Ceccherini dal Circolo Veneto di Cesare Campa, a cui hanno preso parte il vicepresidente del Consiglio regionale Massimo Giorgetti (Fi), l'assessore al Turismo Federico Caner (Lega), la componente della Commissione parlamentare per l'attuazione del federalismo fiscale Simonetta Rubinato (Partito democratico) e il consigliere regionale Jacopo Berti (Movimento 5 stelle). Nel dibattito moderato dal giornalista del

Venerdì 15 aprile 2016, alle ore 20,00, al Novotel di Mestre (via Ceccherini 21 – uscita Castellana dalla tangenziale) il Circolo Veneto organizza un convegno a tema : "L'autonomia del Veneto: soluzione necessaria o superflua? Pareri a confronto sul referendum"   Introduce: On. Cesare Campa - Presidente de Il Circolo Veneto Ospiti : Giorgetti Massimo (vice Presidente Consiglio Regionale Veneto ) Caner Federico ( Assessore Regionale al Turismo ) Rubinato Simonetta (Commissione Parlamentare attuazione Federalismo Fiscale) Jacopo Berti (Capogruppo M5S in Regione Veneto) Modera:  Alberto Francesconi - Giornalista de Il Gazzettino   La Giunta regionale presieduta da Luca Zaia ha deciso di promuovere una consultazione popolare per attribuire maggiore autonomia al Veneto,

Export e turismo. Sono i due punti forti del Veneto, secondo i dati contenuti nel Rapporto 2015 “Il Veneto si racconta, il Veneto si confronta” che il 18 marzo scorso sono stati presentati dalla dirigente del Servizio statistico regionale Maria Teresa Coronella. Nel 2015, rispetto al 2014, il primo è cresciuto del 5,3%, il secondo del 6,1% per quanto riguarda gli arrivi - che sono 17 milioni 250 mila - e del 2,2% per ciò che concerne le presenze - che sono 63 milioni 232 mila -, in particolare con un incremento nelle città d’arte del 4,4%. “Il Veneto si fa apprezzare