spinner

Il Circolo Veneto

Chiamaci ora +39 366 5485532

Un tempo era considerato "il Sud del Nord", poi è diventato " la locomotiva d'Italia", grazie allo spirito d'impresa e alla laboriosità della sua gente ma anche ad alcuni valori fondanti molto radicati, dalla fede alla famiglia. In concomitanza con la sua crescita economica e sociale, il Veneto ha via via sviluppato una crescente richiesta di autonomia, diventando capofila di quell'anelito federalista che con l'arrivo della Seconda Repubblica ha trovato voce soprattutto nella Lega nord. D'altra parte, la pesante incidenza delle tasse e di trasferimenti dello Stato inferiori alle risorse prodotte sul territorio è una situazione sotto gli occhi di tutti. Così come è oggettiva la disparità con le Regioni

Domenica 14 maggio si tiene a Mestre "Acquerelli in libertà", una delle iniziative del "Premio Mestre di Pittura 2017" promosso dal Circolo Veneto. Tutti gli artisti che volessero partecipare, portandosi il necessario per comporre l'opera in extempore, sono invitati alle ore 9 alla Provvederia di via Palazzo per l'iscrizione. Al termine della giornata, alle 18 in Municipio si terrà la cerimonia di premiazione con la presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano e l'assessore Renato Boraso. La manifestazione è promossa anche per ricordare il trentesimo anniversario della fontana di via Piave, con le sculture del maestro Gianni Aricò, che era stata

Lo scrittore e giornalista veneziano, Alberto Toso Fei, è stato ospite del Circolo veneto giovedì 11 maggio al centro culturale Le Grazie di Mestre, per presentare il suo ultimo libro "Forse non tutti sanno che a Venezia" (Newton Compton Editori) e dialogare con la platea su storie e aneddoti curiosi della città storica. L'iniziativa è rientrata nell'ambito della rassegna "Libriamo" con cui l'Associazione propone la presentazione di libri di attualità alla presenza dell'autore.

Una nutrita delegazione di soci e sostenitori delle attività del Circolo Veneto, dall'8 al 10 maggio è stata in viaggio nella capitale del Belgio, sede del Parlamento europeo. Il primo giorno la comitiva ha visitato la Regione delle Fiandre, nel nord del Paese, e la città di Bruges. Il secondo, Bruxelles con la sua Gran Place. Il terzo, il Parlamento europeo, cuore della Ue. "Un'esperienza che periodicamente si rinnova, sempre piacevole e utile per conoscere le Isituzioni comunitarie e per fare gruppo tra di noi", ha commentato al ritorno il presidente Cesare Campa.

Pressione fiscale alta. Debito pubblico altissimo. Crescita non oltre il punto percentuale. Futuro non così roseo. In estrema sintesi si potrebbe riassumere così, lo stato di salute dell'economia italiana, emerso dall'incontro "L'Italia: tasse, spesa e debito". Il fiscalista Andrea Vavolo, dell'ufficio studi della Cgia, ha illustrato i dati che fotografano la situazione: "La pressione fiscale, ovvero la sommatoria delle imposte, delle tasse, dei contributi in rapporto al prodotto interno lordo, è al 42,9%. La spesa pubblica è il 49,6% sul Pil; le entrate il 47,2% e il deficit il 2,4%. Il debito pubblico è il 132,1% del Pil (era il