spinner

Il Circolo Veneto

Chiamaci ora +39 366 5485532

Economia: segnali confortanti, ma con prudenza

La ripresa c’è, ma non è ancora così forte per cantare vittoria sul superamento della crisi. Ne hanno dibattuto, nell’incontro della Scuola di formazione dello scorso 15 dicembre, il responsabile dell’Ufficio Studi della CGIA Paolo Zabeo e il segretario della Camera di commercio di Venezia-Rovigo Delta Lagunare (divenuto nel frattempo segretario generale di Unioncamere del Veneto), Roberto Crosta. Le previsioni di crescita sono attorno al punto percentuale che significa che per tornare ai livelli pre-crisi di dieci anni fa bisognerà attendere ancora un triennio. “Il peggio è alle nostre spalle, ma ci vorrà ancora qualche anno per tornare come prima, mentre la crescita è a macchia di leopardo e i più piccoli fanno tanta fatica”, ha spiegato Zabeo dopo un’attenta analisi dati alla mano. Crosta ha rilevato che “siamo di fronte ad anni di svolta. È imperativo chiedersi quale modello di sviluppo vogliamo adottare d’ora in poi perché la crisi deve diventare motivo di riflessione, altrimenti la si subisce senza imparare qualcosa. Non è più tempo di divisioni: servono modalità di azione in cui la parola d’ordine sia “fare assieme. L’attenzione va dunque concentrata molto sugli investimenti. Quello del futuro si gioca sulle infrastrutture materiali, ma ancora di più su quelle immateriali: pensiamo alla banda larga, alle reti tra centri d’eccellenza che non devono essere in competizione tra loro e ai percorsi di alternanza scuola-lavoro, ad esempio mutuando il sistema duale tedesco”, ha concluso.