Sito in aggiornamento

Riparte la Scuola di formazione del Circolo Veneto – Venerdì 12 Ottobre

Riparte la Scuola di formazione del Circolo Veneto.

L’appuntamento è per venerdì 12 ottobre, alle ore 20, come di consueto al Novotel di via Ceccherini (rotonda Castellana della tangenziale).

L’argomento di quest’anno è l’Europa, un tema caldo e per certi versi sempre più spinoso, su cui è bene accendere un faro per ragionare attorno ai problemi e alle aspettative.

Molti gli interrogativi aperti: l’Europa c’è o non c’è? Il percorso comunitario sta evolvendo o involvendo? All’unione economica sta seguendo quella politica oppure no? Che fine ha fatto lo spirito originario dei padri fondatori, sin dal manifesto di Ventotene? Come l’Italia si rapporta con altre potenze come la Germania e la Francia? Quali contraccolpi dalla Brexit? E tanti altri ancora…

Ma siccome non può esserci analisi compiuta del presente e del futuro senza comprensione del passato, si è ritenuto opportuno, in un primo incontro preliminare, fare memoria del centenario della Grande guerra, le cui celebrazioni sono ormai prossime alla conclusione, perché i fatti del 1918 hanno poi tracciato le dinamiche continentali dei decenni successivi, segnando la storia.

Venerdì 12 ottobre avremo il piacere di assistere dal vivo allo spettacolo “Se non partirsi anch’io – Voci e memorie per la Grande Guerra”, a cura del senatore, e nostro caro amico, Paolo Giaretta (voce narrante), della signora Ester Viviani (canto) e di Filippo Albertini (piano).

Uno spettacolo sotto forma di recital che attraverso un programma di canzoni d’epoca ricostruisce memorie e atmosfere dell’Italia a partire dall’inizio del Novecento, con particolare riferimento al passaggio dalla Belle Epoque alla prima guerra mondiale. Il tutto con episodi, aneddoti,racconti e suggestioni, accompagnati dalla proiezione d’immagini di allora.

Un modo per ricordare e riflettere sui tragici fatti di un secolo fa, con un focus sull’impatto che ebbero nel veneziano e uno sguardo, appunto, alla prospettiva europea.

Come sempre, gli incontri si susseguiranno poi a cadenza mensile, tendenzialmente il terzo venerdì del mese, alla presenza di autorevoli ospiti che ci aiuteranno ad approfondire e dibattere.

Europa: una sfida da cogliere e governare con il contributo di tutti.
Anche il nostro.