spinner

Il Circolo Veneto

Chiamaci ora +39 366 5485532

Alla Scuola di Formazione: “Il futuro dell’Europa passa per i giovani”

8 Febbraio Mestre: “Il futuro dell’Europa passa per i giovani”

Il processo comunitario procede, tra tante difficoltà e dividendo l’opinione pubblica tra favorevoli e contrari.

In questo quadro i giovani rappresentano una componente fondamentale per l’Europa che verrà.

Una sfida che chiama all’appello soprattutto i Millennials, i ragazzi cioè che sono nati nel Duemila, che ora hanno raggiunto la maggiore età e il prossimo 26 maggio per la prima volta voteranno alle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo.

Il futuro dell’Europa passa per i giovani, cittadini europei prima ancora che europeisti, come Antonio Megalizzi, studente all’Università di Trento e giornalista, vittima recente del terrorismo che ha spento i suoi sogni di futuro in un’Europa più unita e più forte in cui convintamente credeva.

Di tutto questo parleranno, venerdì 8 febbraio, alle ore 20.00 al Novotel (uscita Castellana della tangenziale):

– Giorgio Anselmi, presidente nazionale del Movimento Federalista Europeo

– Bernd Faas, dirigente di Eurocultura, esperto nell’orientamento per la formazione e il lavoro all’estero

Interverranno, portando la loro testimonianza:

– Enrico Carraro, che dopo varie esperienze oltre confine è ora consulente per i

programmi comunitari d Comune di Venezia

– Alessandra Feduzi, di Roma, avvocato, cultrice di diritto dell’Unione Europea e Membro della Commissione Esteri, Mobilità e cooperazione internazionale del Forum Nazionale dei Giovani.

Introduce il presidente del Circolo Veneto Cesare Campa, modera Gianlorenzo Martini, già Rappresentante della Regione Veneto a Bruxelles presso l’Unione Europea. Conclusioni di Bruno Bernardi, Università Cà Foscari di Venezia.