spinner

Il Circolo Veneto

Chiamaci ora +39 366 5485532

Alla fine del primo semestre di attività della Scuola di Formazione, il Circolo Veneto desidera coinvolgere tutti i partecipanti in una serata di festa in programma per venerdì 17 giugno, sempre alle 20, sempre al Novotel di via Ceccherini – uscita Castellana della tangenziale. Nell’occasione si terrà l’assemblea dei soci, con all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio alla data del 31 dicembre scorso, e quindi la consegna ufficiale degli attestati di partecipazione alle conferenze mensili, per l’anno accademico 2015-16. Nell’occasione, il senatore Paolo Giaretta presenterà l’ultima sua pubblicazione intitolata “La necessità della politica al tempo dell’antipolitica”, con accompagnamento musicale. Seguirà anche un piccolo

“La regionalizzazione dell’Irpef” è stato il tema dell’ultimo incontro del primo semestre d’attività della Scuola di formazione del Circolo Veneto. Ne hanno discusso lo scorso 20 maggio l’autore della proposta di legge approvata dal Consiglio regionale, Antonio Guadagnini; Alberto Giorgetti, deputato di Forza Italia e presidente della Commissione Bilancio; Simonetta Rubinato, deputata del Partito democratico e componente della Commissione per l’attuazione del federalismo fiscale; Federico D’Incà, deputato e attuale capogruppo del Movimento 5 Stelle, moderati dalla giornalista del Gazzettino Alda Vanzan. “La mia idea – ha detto Guadagnini – è che non c’è autonomia senza possibilità di avere risorse proprie. Pertanto è

" La regionalizzazione dell'Irpef " è il titolo del prossimo incontro promosso dalla Scuola di Formazione de Il Circolo Veneto che sarà il 20 maggio 2016 alle ore 20,00 sempre al Novotel di Mestre. L'Irpef,acronimo di imposta sul reddito delle persone fisiche, è un adempimento che tutti siamo chiamati ad osservare. Pagarla, secondo il principio di progressività sul reddito percepito, è un dovere che tutti dovrebbero sentire obbligatorio di fronte alla necessità di compartecipare alle spese dei servizi pubblici. Vero e certo è, però, che spesso non mancano le storture sulla base delle quali più volte si è ipotizzata una riforma

Tutti d'accordo sul referendum per l'autonomia regionale. Anche se di partiti diversi, l'idea di far pronunciare i veneti sulla possibilità di avere dallo Stato più poteri e maggiori risorse, viene sposata in maniera bipartisan. E' quanto scaturito dall'incontro promosso l'altra sera al Novotel di via Ceccherini dal Circolo Veneto di Cesare Campa, a cui hanno preso parte il vicepresidente del Consiglio regionale Massimo Giorgetti (Fi), l'assessore al Turismo Federico Caner (Lega), la componente della Commissione parlamentare per l'attuazione del federalismo fiscale Simonetta Rubinato (Partito democratico) e il consigliere regionale Jacopo Berti (Movimento 5 stelle). Nel dibattito moderato dal giornalista del

Export e turismo. Sono i due punti forti del Veneto, secondo i dati contenuti nel Rapporto 2015 “Il Veneto si racconta, il Veneto si confronta” che il 18 marzo scorso sono stati presentati dalla dirigente del Servizio statistico regionale Maria Teresa Coronella. Nel 2015, rispetto al 2014, il primo è cresciuto del 5,3%, il secondo del 6,1% per quanto riguarda gli arrivi - che sono 17 milioni 250 mila - e del 2,2% per ciò che concerne le presenze - che sono 63 milioni 232 mila -, in particolare con un incremento nelle città d’arte del 4,4%. “Il Veneto si fa apprezzare

Venerdì 18 Marzo 2016 - L’ECONOMIA DEL VENETO : la locomotiva d’Italia tra crisi e sfida Europea           Introduce : Cesare Campa Presidente del Circolo Veneto Intervengono : Maria Teresa Coronella Dirigente regionale del Sistema Statistico Bruno Bernardi Università Cà Foscari Venezia Carlo Bagnoli Dipartimento Economia e Direzione Aziendale Università Cà Foscari Venezia Venerdì 18 Marzo 2016 - ore 20.00 Presso il Novotel di Mestre- Via Ceccherini   Il Circolo Veneto si trova in particolare sintonia con i comportamenti di auto organizzazione competitiva che contraddistinguono il corpo sociale della nostra regione e vuole promuovere in questa stessa logica lo sviluppo di una espressione politica adeguata al crescente potenziale

Venerdì 22 Gennaio 2016    Ore 20.00   LA POLITICA : UNA VOCAZIONE DI POCHI O UN DOVERE DI TUTTI ?         Introduce : Cesare Campa Presidente del Circolo Veneto   Interveranno: Ivano Dionigi Già Magnifico Rettore dell’Univ.di Bologna   Paolo Giaretta Senatore   Carlo Alberto Tesserin Primo Procuratore di San Marco   Coordina: Bruno Bernardi Università Cà Foscari Venezia   La politica : una vocazione di pochi o un dovere di tutti ? Cosa intendevano gli antichi per “res publica“? Quali i suoi fondamenti? Come conciliare le ragioni dell’individuo con quelle della civitas ? L’incontro intende rispondere a queste domande partendo dai testi classici di Platone , Aristotele , Cicerone e Seneca declinandoli secondo

Innovazione culturale, strategie di marketing,  digital communication, comunicazione efficace per conquistare sempre maggiori visitatori del patrimonio museale, storico ed artistico veneziano, un patrimonio culturale a servizio delle imprese,  imprese che supportano la cultura, un’industria turistica che vive di impresa e cultura, sono stati gli argomenti trattati nel 4° incontro di Scuola di Formazione Politica 2015/2016, tenutosi venerdì 4 dicembre 2015, organizzato da Il Circolo Veneto. Relatori ed ospiti della serata, coordinati dal Prof. Bruno Bernardi ed introdotti dall’On. Cesare Campa, sono stati Walter Hartsarich, esperto di marketing culturale e di comunicazione, Gabriella Belli, direttore della Fondazione Musei Civici di Venezia, Massimo

Venerdì 04 Dicembre 2015 - ore 20.00 - Novotel, Via Ceccherini, 21 – Mestre “RIPARTIRE DA VENEZIA” - IMPRESA PER LA CULTURA, CULTURA PER L’IMPRESA Le produzioni culturali toccano molti ambiti diversi: teatri, musei, gallerie, monumenti, edifici storici, chiese, ma anche mostre, spettacoli, concerti, parchi naturali e molto altro ancora. All'interno dell’eccezionale dotazione di beni culturali dell'Italia, l’area veneziana ne offre una concentrazione ancor più elevata. In questo ambiente si svolge la nostra vita quotidiana che tutti noi sentiamo profondamente “nostro”: la sua cura, conservazione, utilizzo come realtà viva, sono decisivi per la coesione del corpo sociale. Come gestire questo ambiente